Continuando la navigazione, accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie. Leggi di più qui. Close
martedì 30 aprile

Super quiz - La storia del risotto alla milanese!

Buonasera tombolini, tombola presenta la terza storia da leggere attentamente per poter rispondere ai super quiz di oggi 29 aprile e martedi 30 aprile:

Sapete com’è nato il risotto alla milanese? Non lo immaginereste mai! La leggenda dice che la sua nascita risalga ad una data molto precisa: l'8 settembre 1574. Quel giorno il mastro vetraio belga Valerio di Fiandra, che al tempo lavorava all'imponente cantiere del Duomo di Milano, aveva fissato le nozze di sua figlia. Valerio si trovava in città per la costruzione del Duomo, per la quale  vennero chiamati gli artigiani e gli architetti più famosi di tutta Europa. Il giorno delle nozze della figlia di Valerio, un po’ per scherzo ma soprattutto per gelosia, l’aiutante di Valerio aggiunse dello zafferano al riso, all’epoca condito con il solo burro. Il risotto, accolto inizialmente con stupore e diffidenza dai commensali ebbe poi un grandissimo apprezzamento, grazie non solo al gusto saporito dello zafferano, ma anche al suo colore giallo oro, sinonimo di ricchezza e allegria. All’epoca lo zafferano non era mai stato usato in cucina, ma solo per colorare il vetro che andava a comporre le vetrate del Duomo. La preparazione, che voleva essere uno scherzo per rovinare il pranzo di nozze, ottenne invece un grandissimo successo tra gli invitati che ne apprezzarono sia il sapore, sia il colore. Del resto era l'epoca in cui si attribuiva all’oro e alle sostanze gialle il potere di guarire. La polvere d'oro veniva addirittura aggiunta ai cibi sui banchetti degli Sforza e dei Visconti. Subito questo nuovo modo di preparare il riso si diffuse in tutta la città… Le citazioni di ricette s'infittiscono a partire dal XVIII secolo.

Fate like, condividete e buona tombola!